Telegram! I passi per conoscerlo, apprezzarlo ma sopratutto sfruttarlo

Quanta confusione fra le app di messaggistica ed i social. Ma hai mai sentito parlare di Telegram? Se ti sei detto…si però uso Whatsapp…allora sei nel posto giusto! Telegram infatti non è solo una semplice applicazione di messaggistica istantanea, ma un piccolo mondo da conoscere e sfruttare.

Sfruttare come? Quando ti parlo di questa app non intendo solo l’utilizzo della sua chat ma tutte le chicche che possono renderlo utile e funzionale dal semplice utente fino a chiunque abbia un’attività e voglia utilizzarlo per allargare il suo orizzonte nel digital.

Ma entriamo più nel dettaglio…

I numeri

Osservando questa infografica (realizzata da Vincenzo Cosenza e Eloe.eu) ci possiamo rendere conto della potenzialità di Telegram che contava nel 2017 3.5 milioni di utenti con un tempo di utilizzo molto elevato rispetto ai competitor. Bè si..se ti stai chiedendo “Ma Facebook?” Facebook è un vero e proprio social…Telegram è un po’ diverso…ma tra qualche riga te ne rendereai conto.

Telegram nasce come applicazione di messaggistica multi-piattaforma. Cosa significa? Hai la possibilità di installarlo ed utilizzarlo su sistemi operativi differenti.

  • Smartphone e tablet (iOS, Android e Windows Mobile)
  • Telegram Web (da utilizzare nel browser o tramite estensione)
  • Applicazione per il PC (Windows, Linux e MacOS). Software disponibile anche in versione portable.

Per poter scaricare la versione per il tuo Sistema Operativo puoi andare direttamente nello store del tuo Smartphone nel caso di sistemi mobile o sul sito telegram.org per i software desktop.

1. Prima potenzialità – Più sessioni contemporanee

La registrazione ricorda quella di Whatsapp. Al primo utilizzo ti viene richiesto il numero di telefono per confermare la tua identità.

Una delle potenzialità è la possibilità di poter avere più sessioni di Telegram aperte contemporaneamente senza doverti scollegare ogni volta dal dispositivo precedentemente utilizzato. All’avvio di una seconda (terza, quarta) sessione, il codice di conferma ti viene spedito su Telegram e non via sms (a meno che tu non lo richieda espressamente).

Come poter sfruttare questa potenzialità?

  • Rispondere ai messaggi direttamente dal PC, dove trovi le stesse conversazioni, foto, video e file inviati e ricevuti
  • Puoi utilizzarlo su un tablet invece che sullo smartphone (o entrambi)
  • L’uso che ne faccio io? Inviare velocemente video e foto al PC direttamente dallo smartphone. Come faccio?

Funzionalità cloud

Telegram lavora in cloud. Cosa significa? Se ti mandano un file, puoi recuperarlo da qualunque sessione attiva. Per sfruttare questa potenzialità, nel menù laterale trovi la voce “Messaggi Salvati” dove puoi mandarti file, foto, video o messaggi e tenerli memorizzati recuperandoli quando ti sono utili. Ti consiglio in ogni caso di fare un po’ di pulizia ogni tanto 😀

La possibilità di utilizzare più sessioni in contemporanea è una funzionalità che distingue Telegram da applicazioni simili come Whatsapp (che rimane legata al numero di telefono e ad una singola sessione).

Per verificare le sessioni di Telegram attive e scollegarle puoi andare in “Impostazioni – Privacy e sicurezza – Sessioni attive”.

2. Seconda Potenzialità – Invio dei files

Ma come invio dei files? Non lo fanno tutti? Si e no. Non andiamo a soffermarci sull’invio di gif o sticker ma sull’inoltro di file nel vero senso della parola. Nel caso volessimo inoltrare, ad esempio, foto e video, le strade sono essenzialmente due:

  • Invio file standard – le dimensioni rimangono invariate: non viene persa la qualità ma l’invio richiederà più tempo e più MB da utilizzare
  • Invio compresso – foto e video vengono compresse dall’applicazione: utile nel caso dobbiate mandare una foto o un video molto velocemente

Ma non finisce qui….

Se andiamo nel menù per inviare un allegato (icona con graffetta), selezionando l’opzione generica “file” hai la possibilità di mandare qualsiasi cosa (con qualunque estensione) che non superi però la dimensione di 1.5GB …. bè non male!

Genericamente, l’applicazione utilizzata in modo basilare funziona come qualsiasi altra app di messaggistica. Una volta installata dovrai creare il tuo nome utente e far partire la ricerca degli amici che la utilizzano. Non è detto che la utilizzino in molti, ma non scoraggirti, infatti questa applicazione sta crescendo giorno dopo giorno viste le sue funzionalità.

Una differenza rispetto a Whatsapp, ad esempio, è che se dovete ricercare un utente potrete farlo solo tramite il suo nick e non tramite il numero. Positivo? Pensate a quante volte avete dovuto dare il vostro numero personale per farvi contattare tramite Whatsapp o SMS.

3. Gruppi, Super gruppi e canali – Che confusione! O non proprio?

Telegram ti offre la possibilità di creare gruppi e canali. Anche se le due tipologie ti possono sembrare simili, in realtà nascondono differenze importanti.

I gruppi sono dedicati a piccole realtà e sono privati. Proprio per questo può contenere al massimo 200 utenti. Trasformando il gruppo in super-gruppo, il numero però sale a 100000 potendo creare così piccole community per interagire . Ogni gruppo può avere uno o più amministratori.

Qualche caratteristica interessante di un super-gruppo:

  • I nuovi membri vedono tutta la cronologia
  • I messaggi eliminati scompaiono per tutti
  • Gli admin possono fissare i messaggi importanti
  • Il creatore può creare un link pubblico per il gruppo

Proprio su quest’ultimo punto è importante fermarsi. Hai la possibilità di creare un gruppo e condividere un link per dare la possibilità a chiunque di entrarvi. Se ad esempio hai una community su Facebook puoi invitare i membri a fare parte della community Telegram per potersi scambiare messaggi in modo istantaneo.

Personalmente non amo molto i gruppi Telegram perchè se mal gestiti o amministrati potrebbero prendere una tangente non controllabile.

Canale: ecco… il canale è un ottimo strumento da utilizzare per tutti coloro che hanno una community e vogliono condividere aggiornamenti. Come? Il canale nasce con un link vero e proprio che puoi condividere ai amici amici o fan. Sono le persone a decidere se entrare in un canale e quando uscirne.

…quindi la differenza principale è…

  • Gruppo: conversazione molti a molti
  • Canale: conversazione uno a molti (chi segue non può scrivere ma solo ricevere i messaggi). Molto utile perchè è immediato. Puoi far avere una notifica contemporaneamente a più persone (se non l’hanno silenziata). Al contrario le pagine Facebook ad esempio non sono immediate e non è detto che pubblicando un post tutti lo possano vedere al momento

Come possiamo sfruttare un canale?

  • Condivisione delle news ed aggiornamenti di un blog
  • Condivisione di post utili
  • Contenuti integrativi
  • Integrazione con i bot (adesso te ne parlo)

 4. I bot

Per parlare di come si creano dovrei ancora continuare a scrivere per molto, magari potrebbe essere un prossimo approfondimento (fammi sapere).

Ma che cosa sono i bot e a cosa possono servire?

Molto semplicemente un bot è un qualcosa che ci aiuta ad automatizzare alcune operazioni facilitandoci la vita.

Puoi creare bot o utilizzare quelli già esistenti. Un bot per Telegram viene ricercato come un gruppo, un canale o un utente, quindi tramite il suo nome. Puoi avviarli ed interagire con loro attraverso i comandi che hanno a disposizione.

Cosa potrebbe fare un bot abbinato ad un canale? Ad esempio è in grado di automatizzare la condivisione di post sullo stesso attraverso feed, Twitter o Youtube. Puoi persino decidere di pubblicare un post ad un ora ben precisa….comodo eh? Allora….lo facciamo questo approfondimento? =)

Ovviamente il mondo dei bot è enorme. Dall’applicazione basilare, fino a quella personalizzata creata ad hoc.

 5. Altre potenzialità

Ma Telegram ha molte altre funzionalità a sua disposizione fra le cui:

  • Chat Segrete: crittografate e con la possibilità di impostare un timer di autodistruzione per i messaggi
  • Invio gif animate e sticker personalizzati

E te che ne pensi di questa app? La usi già? Per non perdere tutti gli aggiornamenti continua a seguirmi su Telegram e su Twitter. Per domande o approfondimenti puoi lasciarmi un commento in questo post.

2 Comments
  1. […] Telegram! I passi per conoscerlo, apprezzarlo ma sopratutto sfruttarlo. […]

  2. […] Telegram! I passi per conoscerlo, apprezzarlo ma sopratutto sfruttarlo. Telegram Messenger. Telegram for Business Smau Milano 2016. Telegram! I passi per conoscerlo, […]

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.